A Conegliano, “Appuntamento con la storia”. Sabato 23 novembre, Teatro Toniolo ore 17,30 – Convegno: “Appuntamento con la storia”, Associazione Onlus Scorta Falcone, organizzato dal Comune di Conegliano in collaborazione con la Sezione di Treviso del’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia presieduta dall’Uff. Gianni Bordin. La presentazione sarà curata dal Sindaco di Conegliano Fabio Chies. Sono previsti gli interventi del Dr. Francesco Saverio Pavone, già Procuratore Capo delle Repubblica e “Passeggiando fra i sentieri della legalità” con il Consigliere della Corte di Cassazione Dr.ssa Maura Caprioli. La manifestazione gode del patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Treviso, Città di Conegliano,Sezioni Unci di Treviso e Udine e Miranese-Riviera del Brenta e Conegliano-Vittorio Veneto.

Un po’ di storia

L’Associazione è’ stata costituita da Luciano Tirindelli, Assistente Capo della Polizia di Stato in quiescenza, già agente della scorta del Magistrato Giovanni Falcone. Oggi ne è ancora il presidente. Obiettivo.. ”..Promuovere principalmente la cultura della legalità, – spiega Tirindelli – attraverso dei convegni nei quali gli Agenti di Polizia che proteggevano il Giudice Falcone, raccontano l’esperienza lavorativa vicino al Magistrato, barbaramente ucciso nella strage del 23 maggio 1992 a Capaci”. L’Associazione, il suo presidente e tutti gli appartenenti, ritengono di avere un dovere morale nei confronti di Giovanni Falcone, di Francesca Morvillo e dei valorosi colleghi della scorta del magistrato, il dovere di non accettare di non rassegnarsi ad uno sterile esercizio retorico del ricordo, ma il dovere di completare quel percorso di verità che è già stato avviato da anni. Una preziosa occasione per ricordare il sacrificio di coloro che hanno dedicato la loro vita al bene comune e mantenere accesa la memoria su circostante che hanno scritto importanti pagine della storia del nostro Paese. Luciano Tirindelli nel 1992 era uno degli uomini della scorta del Magistrato Giovanni Falcone. Dal 1985, Agente della Polizia di stato, dopo essere stato in servizio nel Commissariato di Pubblica Sicurezza di San Lorenzo, nel palermitano, fu trasferito alla Squadra Mobile di Palermo e assegnato alla scorta del Dr. Giovanni Falcone. Dopo la strage del maggio 1992, era rimasto alla Squadra Mobile di Parlermo per essere poi assegnato alla Polizia di Frontiera Sicilia. Nel 2013 chiese ed ottenne il trasferimento a Padova, poi a Verona nella locale Questura dove nel 2017 ha chiuso la sua carriera. “Ritenendo doveroso trasmettere ai giovani un pezzo importante della storia della nostra Italia che va conosciuta oltre ai libri di storia, – è il pensiero dello staff del Presidente – con l’intento di ribadire valori importanti che sono perno della nostra comunità, come è la lotta alla mafia e la legalità. Racconteremo gli agenti della scorta del Giudice Falcone, dei suoi sacrifici e grandi rischi che lui ed i suoi colleghi hanno incontrato”. Anche lo stesso Luciano Tirindelli si dice grato per questa opportunità. “Una opportunità,- chiude Tirindelli – per parlare ai giovan2i ed a persone di diverse età, di un evento che si conosce poco, ma che ha lasciato grandi emozioni in tutti. Il convegno si basa su un format un po’ diverso. Con il supporto di video, cercherò di raccontare la storia del Falcone Magistrato e Falcone uomo che si rapportava con i ragazzi della sua scorta,… e tra questi, c’ero anch’io 27 anni fa”.