Con Giorgio Sernagiotto alla 24 Ore di Le Mans. Prosegue il “reportage” quasi quotidiano di Giorgio Sernagiotto, il pilota di Caerano San Marco che sabato 15 giugno sarà sulla griglia di partenza. per la terza volta consecutiva, della mitica 24 Ore di Le Mans.

Ieri, martedì 11 giugno 2019

A Le Mans la temperatura è attorno ai 16° ma per domenica sono previsti solo 6° in più durante il giorno e 5° in meno la notte.

La sveglia è suonata presto: alle ore 10.30 tutti i 186 piloti si sono presentati in pista disponendosi sulla linea di partenza con l’abbigliamento da corridore per la fotografia ufficiale della 87-esima 24 Ore di Le Mans. (non sono mancati gli scherzi).

Foto ufficiale dei piloti partecipanti alla 24 Ore di Le Mans edizione 2019

Ieri sera, lunedì, erano terminate le verifiche tecniche. Tutte le vetture iscritte hanno superato le verifiche ma i marshall della FIA – ACO potrebbero, a loro insindacabile giudizio, imporre dei limiti alle prestazioni di alcuni veicoli applicando la regola “BoP” (balance of performance), le cui limitazioni potranno essere imposte fino a qualche minuto prima della partenza della competizione che è prevista per le ore 15.00 di sabato prossimo.

Giorgio inizia il pressing alle spalle dell’avversario Fernando Alonso (con sguardo guardingo)

La “47” Cetilar Rancing Dallara – Gibson Lmp2 alle verifiche tecniche

Le verifiche dovevano accertare la conformità delle auto con i regolamenti tecnici stabiliti. I test d’analisi hanno riguardato il peso e le dimensioni, la parte inferiore e la sicurezza del veicolo. Tutto deve corrispondere a quanto indicato nei certificati di omologazione rilasciati dal produttore del mezzo. I controlli sulla sicurezza hanno riguardato: estintore, cinture di sicurezza, sedile, impianto illuminante e il transponder dei dati. Ma non solo: ogni veicolo è dotato di una scatola elettronica che immagazzina dei dati che potranno essere analizzati dai marshall al termine delle sessioni di prova e della gara per riscontrare se si sono effettuate delle manomissioni al veicolo.

Questi i dati principali di un veicolo in gara.

Al termine delle verifiche il team saluta i tanti tifosi presenti
Riunione per comunicazioni da parte dei marshall ai piloti, team manager e direttori sportivi
Tensione e silenzio assoluto

In pista ci sarà anche un’allieva del Driver Coach Giorgio Sernagiotto: si tratta di Manuela Gostner che correrà per il team Kessel a bordo di una Ferrari 488 GTE: Le sue compagne saranno Rahel Frey e Michelle Gatting: un team tutto al femminile. Buona fortuna.

I piloti Rahel Frey, Michelle Gatting e Manuela Gostner
Giorgio Sernagiotto e Manuela Gostner

Alle ore 17.30 è avvenuta l’apertura della corsia dei box al pubblico. I fan si sono messi infila per vedere la loro squadra preferita, il pilota o l’auto. Autografi da tutti su tutto: foto, poster, cappellini, magliette e … corpo per alcune. Clima rilassato.

Autografi, autografi e sorrisi

Il beniamino dei bambini

La serata si è conclusa con la proiezione di un film e di una sfilata di auto storiche.

Domani si inizia a fare sul serio.