Confartigianato Imprese Castelfranco Veneto: 10° Congresso “Guidiamo il nostro futuro”

Si è concluso nella tarda serata di sabato 26 ottobre 2019, presso l’hotel Fior di Castelfranco Veneto (TV), il 10° Congresso della Confartigianato Imprese di Castelfranco Veneto. Ad aprire il convegno, il presidente uscente Oscar Bernardi: “Questo per noi è il momento di più alta democrazia della nostra organizzazione. È la conclusione di un percorso che parte dalle varie sezioni comunali all’interno delle quali si eleggono i delegati che oggi hanno espresso a loro volta i componenti del Consiglio direttivo il cui mandato terminerà appunto nel 2024. Il mio primo pensiero – prosegue Bernardi- va ai componenti del Consiglio Direttivo sia della Giunta Esecutiva che con me hanno vissuto questo mandato. Abbiamo creato una squadra che ha lavorato molto in un periodo davvero difficile dove la congiuntura economica e politica ci ha messo di fronte a molti ostacoli”.

Il bilancio degli ultimi 5 anni e lo sguardo al futuro

Nel suo lungo discorso, il presidente ha dedicato una parte alle cose svolte negli ultimi cinque anni e una parte rivolta alla programmazione futura dedicando anche un’attenzione particolare alla figura dell’artigiano: “ Il mondo dell’artigianato caratterizza l’economia veneta e non solo, siamo gente che lotta quotidianamente e che si ‘tira su le maniche’ e guarda avanti per guidare il nostro futuro, protagonisti in prima linea, come abbiamo scritto lo scorso anno in occasione della celebrazione del sessantesimo con l’obiettivo di consegnare un futuro più solido di oggi ai nostri figli e ai giovani” – ha affermato Bernardi. Tema centrale del 10° Convegno è “Guidiamo il nostro futuro”, una vision che ingloba l’obiettivo principale di Confartigianato Castelfranco. Anche il vicepresidente Maurizio Cattapan ha deciso di riproporsi a fianco di Bernardi. Un discorso, quello di Cattapan, focalizzato sulle Categorie di mestiere: “Le Categorie sono la voce degli artigiani: un vero e proprio laboratorio senza il quale non ci sarebbero nuove idee, nuove iniziative, nuovi progetti. Ripartiamo ancora più forti di prima dalle Categorie di mestiere” – ha concluso Maurizio Cattapan.

Leggi anche:  Montebelluna, ultimi giorni per prenotarsi alla prima del film "Fucilateli!"

Il vice Favaro: “Spazio ai giovani”

Il vicepresidente Roni Favaro, invece, ha annunciato che dopo vent’anni di presenza attiva nell’Associazione, lascerà spazio ai più giovani focalizzando il suo intervento sul grande tema del ricambio generazionale: “Riuscire a passare ai giovani la propria attività significa riuscire a spiegare ai ragazzi la nostra vita, la nostra visione, la nostra passione. E’ una delle cose più difficili nel lavoro e nella vita. Non lascio semplicemente il mio posto ma dono un’opportunità di crescere in una grande squadra com’è la Confartigianato Imprese di Castelfranco Veneto”. Incisive anche le parole del presidente Confartigianato Marca Trevigiana Vendemiano Sartor che ha diretto i lavori congressuali: “Dobbiamo credere nel nostro territorio, perchè è questo il segreto della nostra forza ed è da qui che si deve ripartire se le imprese vogliono un futuro. Il presidente Bernardi e la sua squadra hanno fatto un ottimo lavoro, hanno trasmesso quella voglia di fare che ci ha permesso di resistere e di andare avanti e lo dimostra anche il fatto che il mandamento Castellano sia molto incisivo a livello provinciale: 11,15% è la percentuale del mandamento Castellano contando ben 1145 soci totali su 10.844 di tutta la Provincia”. Prosegue Sartor: “Confartigianato Castelfranco non ha fatto altro che adattare la propria risposta ai bisogni delle imprese oltre al fatto che ha saputo leggere i tempi. Uno dei problemi più preoccupanti – conclude Sartor – è quello del ricambio generazionale: trovare personale già formato e qualificato”. Un percorso, quindi, di condivisione e partecipazione che ha portato all’elezione dei nuovi consiglieri, chiamati a eleggere la Confartigianato Imprese Castelfranco Veneto fino al 2024.

I membri del nuovo direttivo

Di seguito la composizione del nuovo Consiglio direttivo:

Antonello Nicola

Bellon Andrea

Bernardi Enrico

Bernardi Oscar

Cattapan Maurizio

Cerantola Sonia

Civiero Elena

Comin Davide

Dallan Giuseppe

De Marchi Michele

Favretto Michele

Frasson Guglielmo

Gambarotto Fabio

Graziotto Daniele

Guidolin Maria Cristina

Scapinello Andrea

Scappin Primo

Serato Elvio

Tommasini Lorenzo

Tosin Cristina

Zazzeron Robby