Sempre più internazionale, sempre più prestigiosa. A poco più di quattro mesi dall’evento che il 29 settembre porterà migliaia di appassionati a pedalare nel cuore delle colline tra Valdobbiadene e Conegliano, la Prosecco Cycling registra una crescita di iscrizioni del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Già moltissime le adesioni degli stranieri. Pochi giorni fa è giunta anche l’iscrizione di un team di una ventina di ciclisti provenienti dal Brasile. Per la maggior parte sono donne. E questo conferma il particolare appeal che la Prosecco Cycling esercita sul “gentil sesso”, sempre ben rappresentato sulla linea di partenza a Valdobbiadene.

Una crescita internazionale

Negli ultimi mesi, Prosecco Cycling ha avviato rapporti di collaborazione con diverse agenzie turistiche internazionali ed eventi legati al cicloturismo. L’originale format dell’evento, basato su classifiche – individuali e di gruppo – che non esasperano i toni agonistici, piace moltissimo anche all’estero. L’obiettivo dell’edizione 2019, in particolare, è di promuovere l’evento sul mercato mediorientale, Israele in primis. Una realtà in cui il movimento ciclistico è in continua crescita di numeri ed entusiasmo.

L’offerta della Prosecco Cycling prevede pacchetti turistici sviluppati su più giorni, con pedalate e varie attività che portino i partecipanti – soprattutto gli stranieri – a scoprire il ricco giacimento enogastronomico, storico e culturale non solo della provincia di Treviso, ma dell’intero Veneto.

Dopo aver lanciato la partnership con il Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore Docg, l’evento del 29 settembre si svilupperà su un nuovo percorso, lungo 100 chilometri, che, oltre ad attraversare 12 dei 15 Comuni della Docg, unirà per la prima volta le due capitali del Prosecco: Valdobbiadene, tradizionale sede di partenza e d’arrivo della Prosecco Cycling, e Conegliano, che quest’anno assisterà al passaggio dei ciclisti in pieno centro storico.

Un progetto sostenibile in partnership coi Mondiali di Cortina

La Prosecco Cycling, nel 2019, si avvierà anche sulla strada della piena sostenibilità ambientale. Un obiettivo condiviso con i Mondiali di sci alpino di Cortina d’Ampezzo, con i quali l’evento di Valdobbiadene è gemellato dalla vigilia dell’edizione 2018, nel segno dello slogan #we2gether, “noi insieme”.

Leggi anche:  Lo Studio Legale Bressan è fra i finalisti come Studio dell’Anno Nord ai Top Legal Awards 2019

Siamo lieti di rinnovare anche quest’anno la collaborazione con Prosecco Cycling – commenta Alessandro Benetton, Presidente di Fondazione Cortina 2021 -. Si tratta di un appuntamento con cui condividiamo valori di fondo come la sostenibilità ambientale e il rispetto per il territorio, valori fondamentali intorno ai quali anche noi stiamo lavorando per garantire la riuscita dei Mondiali di Sci Alpino Cortina 2021. Il successo sempre crescente della Prosecco Cycling è la dimostrazione più evidente di come un grande evento possa promuovere le eccellenze del territorio con una forte ricaduta anche economica”.

Al fianco della Prosecco Cycling, anche quest’anno pedalerà  Villa Sandi, main wine partner dell’evento di Valdobbiadene, che con la certificazione “Biodiversity Friend”, ottenuta  dalla WBA (World Biodiversity Association), continua il percorso di impegno per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente. La certificazione attesta l’utilizzo di buone pratiche, sostenibili e a ridotto impatto ambientale, nella conduzione dei vigneti allo scopo di preservare la biodiversità, ovvero l’insieme di specie animali e vegetali che vivono in un dato ambiente.

La salvaguardia della salubrità dell’ambiente è una delle priorità della nostra azienda – dichiara Giancarlo Moretti Polegato, presidente di Villa Sandi -. Siamo lieti che anche Prosecco Cycling proceda sulla strada della massima sostenibilità ambientale, contribuendo a mantenere intatto un territorio che non ha eguali. Anche quest’anno affiancheremo la Prosecco Cycling, un evento assolutamente significativo per il territorio, che nel 2018 ha coinvolto duemila ciclisti provenienti da 25 nazioni. Grazie alla Prosecco Cycling, tutto il mondo viene ogni anno a pedalare tra le nostre colline, e Villa Sandi è orgogliosa di esserci.  Ancora più in questa edizione che, includendo per la prima volta Conegliano nel percorso, unisce  i due poli della Denominazione”.