Acqua alta da record a Venezia, 1.87cm.

Alle 22.50 il picco di 1,87 cm

Venezia questa sera è stata letteralmente sommersa dall’acqua. Alle 22.50 è stato raggiunto il picco massimo della marea a 1,87 cm, il secondo mai registrato dal 1966 ad oggi. Tutto il centro storico è stato allagato, con oltre un metro d’acqua in piazza San Marco. Con simili livelli non ci sono passerelle o paratoie davanti negozi che tengano. E’ la seconda misura nella storia della Serenissima, dopo il record di 194 centimetri del 1966.

Mentre sta rapidamente scendendo l’onda di marea record, a Venezia è atteso un nuovo picco molto sostenuto per mercoledì mattina. Il Centro maree del Comune ha emesso un nuovo bollettino, che per le ore 9.50 prevede un colmo di 155 centimetri sul medio mare. Tutte le scuole di Venezia e delle isole resteranno chiuse domani. Lo ha deciso il sindaco Luigi Brugnaro, che chiederà lo stato di calamita’ naturale per la città.

Consiglio regionale sospeso

Anche il consiglio regionale del Veneto, convocato per discutere di Bilancio, ha dovuto arrendersi all’acqua alta. Palazzo Ferro Fini è stato invaso dall’acqua con l’acqua a 1 metro e 80 centimetri. ma la marea ha continuato a salire.

La marea in diretta: https://www.youtube.com/watch?v=htTa3iwOStA

Leggi anche:  Monte Grappa, vasto incendio in corso

Zaia ha attivato l’unità di crisi

Il Presidente del Veneto, Luca Zaia, ha attivato l’unità di crisi della Protezione civile regionale. Si stanno monitorando i danni provocati dall’eccezionale acqua alta a Venezia, con gravissime ripercussioni sull’intera laguna, ma si segnalano anche condizioni di allarme sull’intera costiera veneta, mentre preoccupa la situazione di alcuni fiumi, in particolare il Piave, perché il mare non riceve. Sono stati attivati collegamenti con il Dipartimento della Protezione civile nazionale e con il Comando nazionale dei Vigili del Fuoco. Domani giungerà alla sala operativa regionale, a Marghera, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.