Open day al Comune di San Zenone degli Ezzelini. C’è chi ha chiesto un incrocio rialzato, chi i rallentatori in località Sopracastello, chi l’attivazione dello Sportello Lavoro, chi ulteriori marciapiedi: sono solo alcune delle istanze e dei suggerimenti portati questa mattina agli amministratori di San Zenone dai cittadini che hanno accolto l’invito a partecipare al primo Open Day.

Un appuntamento nato con l’intento di aprire le porte del municipio e mettere in connessione cittadini e sindaco, assessori e consiglieri.

E i cittadini hanno risposto davvero in tanti. Il maggiore interesse, come prevedibile, è stato quello destato per le opere pubbliche per il quale l’amministrazione aveva predisposto e affisso dei pannelli ad hoc illustranti le opere in programma per questo anno: dal marciapiede che collegherà San Zenone a Fonte, a quello ad ovest che collegherà San Zenone a Mussolente, al marciapiede che collegherà Liedolo alla statale Marosticana, alla riqualificazione del centro di Ca’Rainati fino i all’attesa rotatoria in centro a San Zenone.

Sui pannelli i cittadini potevano applicare dei post it con i propri suggerimenti ed un pannello bianco aggiuntivo accoglieva invece i post it con i suggerimenti tra cui anche un simpatico disegno raffigurante il sindaco e lasciato da un bambino.

Ed infine anche un piccolo omaggio per i partecipanti che hanno potuto prendere un libro a scelta tra quelli disponibili, tutti legati alla storia del paese.

Commenta il sindaco, Fabio Marin: “La partecipazione è stata decisamente oltre le aspettative. Dalle 10.00 di questa mattina sono tanti i sanzenonesi che si sono presentati in municipio per scambiare opinioni, suggerimenti ed istanze con noi amministratori. Segno che questa iniziativa risponde ad un bisogno presente tra i cittadini: quello di comunicare ed essere ascoltati da chi ha il compito di amministrare il proprio territorio.

La risposta è stata sorprendente: faremo tesoro di quanto abbiamo raccolto attraverso i vari incontri di questa giornata per far crescere San Zenone e renderla quanto più vicina a quello i cittadini desiderano”.