ENGIE Italia, player dell’energia e dei servizi guidata dall’obiettivo di essere leader nella transizione a zero emissioni di CO2, celebra con il Comune di Biella i dieci anni dell’avvio del teleriscaldamento cittadino. 

Come altre grandi città (Milano e Torino), Biella ha fatto la scelta tecnologica del Teleriscaldamento, primo passo verso la Smart City e verso una città “Carbon Neutral”.

In 10 anni, ENGIE, in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale, si è impegnata nell’ampliamento del servizio di teleriscaldamento nell’ottica di migliorare la qualità dell’aria in città. 

L’ideazione e successivamente la realizzazione della rete di teleriscaldamento ha portato risultati significativi per la città di Biella:

  • Un alto tasso di copertura del servizio in città grazie ad un importante piano di investimento;
  • 60% dei biellesi (25.000) usufruiscono del servizio di teleriscaldamento 
  • Il 100% delle scuole della città sono teleriscaldate;
  • Sono ben 256 immobili gli immobili comunali collegati alla rete, tra cui luoghi simbolo della città: Palazzo Oropa, Palazzo Pella, Palazzo della Provincia, la ex Villa Schneider, la ex Villa Piacenza e il Museo del Territorio;
  • A ottobre 2019, l’attivazione del teleriscaldamento anche nel Quartiere San Francesco e, in parte nel Quartiere San Paolo, ha permesso di servire diversi luoghi di aggregazione cittadina come il Teatro Sociale e il Circolo Sociale.
  • In programma per il 2020, c’è il completamento dell’estensione della rete di teleriscaldamento di diverse zone, tra le quali: zona via Gramsci; zona del Quartiere San Paolo e la zona comprendente via Emilia, via Toscana e via Liguria. 
  • Un miglioramento della qualità dell’aria nel centro città 

La riduzione annua di emissioni di CO2 (circa il 30% di risparmio di CO2 su 10 anni) ha generato un impatto positivo sulla qualità dell’aria a Biella paragonabile alla piantumazione di 255.000 alberi o alla riduzione annua della circolazione di 3.000 autovetture in città

Al fine di celebrare questo importante traguardo dei dieci anni, tutta la cittadinanza è invitata in Piazza Duomo il 15 dicembre dalle ore 14:30, a prendere parte alla realizzazione del Grande Mandala, che rappresenterà il nostro pianeta, simbolo di come ogni individuo possa contribuire con gesti concreti a salvaguardare il nostro pianeta.

Dice il sindaco di Biella Claudio Corradino: “I sistemi di teleriscaldamento sono una valida soluzione alternativa sulla quale prestiamo e presteremo grande attenzione. ENGIE è una realtà rispettosa dell’ambiente, già ad agosto avevamo organizzato un incontro congiunto di aggiornamento dei programmi in considerazione della convenzione stipulata. Nonostante qualche disagio al traffico cittadino per i continui lavori di ampliamento, non posso che essere soddisfatto dello sviluppo che vi è stato fino ad ora del teleriscaldamento, grazie al quale ogni anno viene evitata in città l’emissione di oltre 5.000 tonnellate di CO2, un impatto estremamente positivo sull’ambiente”.

“Siamo entusiasti di collaborare con un comune virtuoso come quello di Biella, che già dieci anni fa, ha scelto un percorso volto all’innovazione e alla sostenibilità – ha sottolineato Matthieu Bonvoisin, direttore della Business line Infrastrutture Energetiche di ENGIE Italia – “Grazie alla lungimiranza della Pubblica Amministrazione e all’importante piano di investimento di ENGIE si sono ottenuti benefici concreti nella lotta all’abbattimento delle emissioni di CO2. In questi 10 anni, l’abbandono degli impianti di riscaldamento a gasolio a favore del teleriscaldamento, ha permesso di evitare 55.000 tonnellate di CO2 nell’atmosfera. Il nostro obiettivo è quello ampliare ancora il servizio di Teleriscaldamento per arrivare a servire almeno il 75% della città e dimezzare ulteriormente le emissioni di CO2. Tutti noi abbiamo una grande responsabilità nella lotta al cambiamento climatico, – continua Matthieu Bonvoisin- per questo ENGIE è impegnata nello sviluppo di soluzioni tecnologie in ottica di “decarbonizzazione”, come la produzione e distribuzione di energia a basso impatto ambientale di cui il teleriscaldamento di Biella ne è un esempio virtuoso”.