Alpinisti in difficoltà, tre salvataggi in montagna. Il bel tempo di questi giorni ha favorito escursioni e scalate in montagna che tuttavia continua a manifestare le sue insidie. Tre i salvataggi oggi tra le montagne di Cortina e dell’Agordino. Due alpini bresciani sono rimasti bloccati fuori via sullo Spigolo nord dell’Agner. Sono poi stati recuperati con l’utilizzo di un vericello da parte dell’elisoccorso AiutAlpin, dopo aver passato la notte in parete. Oltre all’intervento dei sanitari del Suem di Belluno, a bordo dell’elisoccorso anche un tecnico del Corpo nazionale soccorso alpino speleologico di Agordo.

Sempre dal Suem 118 di Belluno i soccorsi sono arrivati a Cortina per un’escursionista statunitense 63enne che non era più in grado camminare dopo un infortunio riportato ieri. Lungo il tragitto è stato recuperato anche un 20enne belga infortunatosi a una gamba. La squadra del Cnsas official ha raggiunto il rifugio Biella per l’operazione della turista americana.

Sempre a Cortina, località Lagazuoi, una rocciatrice di 47 anni ha fatto un volo di 4 metri, alla base della via Orizzonti di Gloria. E’ stata recuperata con l’utilizzo di un verricello dall’elisoccorso Falco ed elitrasportata all’ospedale di Belluno. La donna non versa in gravi condizioni.

Leggi anche:  Si schianta contro un albero, salvo per miracolo