Federico Bertollo, a 23 anni muore per eroina

In un’abitazione di Cittadella, nella tarda serata di lunedì 19 agosto, il corpo di Federico Bertollo di soli 23 anni è stato trovato senza vita. A causare la sua morte la prima dose di eroina, iniettatagli dallo stesso pusher Ivano Sogliacchi, restauratore 49enne con alcuni precedenti con la giustizia, quindi arrestato per omicidio come conseguenza di altro reato e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Ora si trova nella casa circondariale di Padova.

La storia del giovane

Il giovane cittadellese alle sue spalle aveva una storia tragica. A soli 14 anni era stato trovato in fin di vita dopo essere stato travolto mentre andava in bicicletta da un furgone in un strada poco distante da casa sua. Era stato in coma un mese e non appena si era risvegliato, con la parte sinistra del corpo paralizzata, aveva iniziato la riabilitazione. E’ stata una dura prova, tanto che all’epoca dovette imparare di nuovo a leggere e a scrivere. La sua vita era da ricostruire completamente, dopo che aveva perso gli amici e aveva abbandonato gli amati studi di chitarra classica. Proprio per tale motivo sembra che il giovane, nonostante il continuo impegno nella musica e nella scrittura, avesse voluto alla droga.

Leggi anche:  Muore a 19 anni sotto il treno Venezia-Treviso

 

L’immagine è stata tratta dal profilo Facebook personale del ragazzo.