Prosegue l’impegno e il monitoraggio del Comitato per la salvaguardia dell’Ospedale di Montebelluna. In una nota ufficiale il gruppo di salvaguardia esprime la sua preoccupazione verso le promesse non mantenute, fra cui l’attivazione dell’elisoccorso ad oggi non ancora attivo.

Di seguito riportiamo il commento dei membri del Comitato:

“Al di là delle rassicurazioni di circostanza, sono passati svariati mesi e le criticità che abbiamo denunciato sono ancora tutte lì.
Sembra che il 20 agosto, dopo 4 anni di vacanza, si terrà finalmente il concorso per la scelta del nuovo Primario di Cardiologia. Ci auguriamo che, come già accaduto, la procedura non venga sospesa o bloccata. Così come auspichiamo che la figura prescelta sia funzionale ad un reparto per acuti o non semplicemente riabilitativo.
Ci preme inoltre sottolineare come non sia tollerabile che il servizio di mammografia si svolga solo presso l’ospedale di Castelfranco. Per una adeguata attività di prevenzione questo servizio deve essere offerto anche a Montebelluna.
E’ a dir poco imbarazzante, dopo le tante promesse, che l’elisoccorso non sia ancora stato attivato. Quali impedimenti ancora?
Richiamiamo ancora una vota la necessità di accelerare sulla realizzazione di un adeguato numero di parcheggio attorno all’Ospedale. Allo stato attuale solo tante ipotesi e nessun passo concreto.”