Montebelluna, nuovo Piano per il trasporto scolastico. Le 16 linee sono confermate, a partire dall’avvio del prossimo anno scolastico, fissato per mercoledì 11 settembre.

E’ quanto definito nel Piano del servizio di trasporto scolastico approvato oggi dalla giunta comunale di Montebelluna, elaborato sulla base delle domande pervenute ai Servizi educativi e trasporto scolastico da parte dell’utenza entro lo scorso 31 marzo.

Undici sono i plessi scolastici destinatari tra scuole d’infanzia, scuole primarie e scuole secondarie statali del territorio Montebellunese, attraverso un servizio eseguito in parte con mezzi e risorse proprie, ed in parte con il supporto esterno di un’azienda incaricata.

Spiega l’assessore all’Istruzione Claudio Borgia: “Nell’elaborare questo piano annuale abbiamo tenuto contro della migliore funzionalità ed efficacia del servizio per soddisfare il maggior numero possibile di domande di iscrizione, cercando così di rispondere all’esigenza di agevolare la frequenza degli alunni presso la scuola di competenza. E’ un servizio che il Comune continua a garantire convintamente – lo scorso anno ne hanno usufruito 600 studenti – con una tariffa di 155 euro annuali che è tra le più basse in provincia, e che scende ulteriormente grazie alle numerose agevolazioni possibili che il Comune ha scelto di confermare anche quest’anno”.

Leggi anche:  Ex Bessegato: assegnata la gestione del capannone

Tra le novità, si segnala l’eliminazione della linea 15 bisa causa della cessazione del servizio straordinario attivato nel 2014 per gli alunni che all’epoca erano stati costretti all’iscrizione al Marconi per carenza di posti al Pascoli, e che ora, iniziando il ciclo scolastico della secondaria, vengono redistribuiti tra le linee 15 e 18.

Vengono inoltre unificate le attuali linee 21 e 22 per il ritorno delle 12 delle scuole primarie di Caonada, Biadene e Pederiva.

Il servizio si svolgerà dal lunedì al venerdì per le scuole d’infanzia, dal lunedì al sabato per le scuole primarie e medie, al mattino per l’andata, a mezzogiorno/l’una per il ritorno e nel pomeriggio (dal lunedì al venerdì) per il ritorno dalle scuole dell’infanzia e per le primarie con rientro pomeridiano o tempo pieno.

Spiega il sindaco, Marzio Favero: “E’ giusto che si sappia che il Servizio pubblica istruzione e la nostra squadra di autisti ogni anno si preoccupa di conciliare le esigenze di ottimizzazione delle linee con quelle delle famiglie, in particolare quelle con maggiori difficoltà. E’ un lavoro oscuro ma prezioso, che garantisce la qualità del servizio”.