Quattro minuti di orologio. Tanto è durato il consiglio comunale di Trevignano di lunedì 19 agosto, convocato in seduta straordinaria per sostituire il consigliere dimissionario Luciano Mondin (Lega), nominato nel Cda di Contarina. Gli subentrerà Antonio Venturato, in base al voto unanime espresso in aula; unanimità sì, ma dei presenti. Della maggioranza mancavano Elisa Pizzolato, Antonello Adriano Cannas e Francesca Berti, della minoranza non c’era nessuno dei quattro aventi diritto (Pierluigi Sartor, Sara Crema, Silvia Berti e Gianluca Colusso). Il numero legale e il voto, di conseguenza, sono stati garantiti solo dai 9 presenti della maggioranza. “Tutti gli assenti erano giustificati per impegni concomitanti, ma il nostro gruppo è coeso” ha dichiarato a fine seduta Mondin, smentendo le voci di spaccature all’interno del gruppo. Il vuoto sui banchi però era evidente.

La convocazione è caduta sul 19 agosto dopo la presentazione delle dimissioni di Mondin: via Pec sono arrivate il 9 agosto, ma il Testo unico degli enti locali prevede che la consegna avvenga a mano, come accaduto lunedì 12. Da lì sono scattati i 10 giorni per la convocazione straordinaria.

Leggi anche:  Castelfranco, "Lotteremo per il nostro parco, basta rinvii"

Mondin, che ha offerto a tutti i presenti un bicchiere del suo vino “M Rosé” dopo aver ricevuto i ringraziamenti del sindaco Ruggero Feltrin per i suoi sette anni di collaborazione nel consiglio comunale, si è dimesso in base all’articolo 16 dello statuto di Contarina che prevede l’incompatibilità del suo nuovo ruolo con quello di pubblico amministratore. Giovedì l’assemblea di Contarina è chiamata a ratificare le nomine dell’ex sindaco di Altivole Sergio
Baldin indicato come nuovo presidente, di Franco Zanata (suo predecessore), Lisa Labrozzi, Roberta Tedeschi e
Luciano Mondin; ma, secondo alcune interpretazioni della norma, per gli aspetti che riguardano le competenze specifiche nel settore dei rifiuti, non tutti i curriculum sarebbero rispondenti, a cominciare proprio da quello di Mondin, che di mestiere fa il veterinario ed è stato membro della Commissione Via provinciale.