Mattia Busato di bronzo a Minsk. Ancora un’importante medaglia internazionale per Mattia Busato, che ai Giochi Olimpici Europei di Minsk, in Bielorussia, centra un bel bronzo.
La nazionale italiana di Karate è arrivata a Minsk con 7 atleti, tutti vestiti Armani, come tutti gli atleti Italiani partecipanti con la delegazione del Coni, presenti in questa edizione continentale dei Giochi che si è svolta dal 21 al 30 giugno. Hanno partecipato circa quattromila atleti da 50 nazioni europee (compresi Israele e Kosovo), che si sono contesi le medaglie in 16 discipline: Judo, Tennis tavolo, Ciclismo in tutte le diverse varianti, Tiro a segno e Tiro con l’arco, Boxe, Canoa, Ginnastica artistica e anche Basket 3 contro 3, Sambo (lotta) e ovviamente Atletica.

Nella competizione di Kata (forma), Mattia Busato conduce un’ottima gara in fase eliminatoria: arriva infatti secondo nei due gironi di qualificazione, passa il primo turno col punteggio di 25,65 e il secondo turno con 26,30, in entrambi i casi dietro il turco Sofouglu, che guadagna quindi la finale.
Mattia gareggia in finale per il bronzo contro il francese Montarello. Nella finalina non c’è storia, l’atleta cresciuto nel Karate Castelfranco vince nettamente con il punteggio di 25,60, contro il 24,04 del francese.

Leggi anche:  Domenica il 9° Miki Biasion Trophy al Ca’ Amata

Si tratta della seconda medaglia ai Giochi per Mattia Busato, nel 2015 infatti aveva conquistato l’argento. E dopo il bronzo del 2018 ai Mondiali di Madrid, si può dire che anche questa stagione ha portato i suoi frutti: sempre una medaglia in tutte le gare di rilievo.
Mattia, residente a Castelfranco Veneto e sponsorizzato da Germinal, azienda locale, è in forze al Centro Sportivo Esercito e ad oggi è quinto nel ranking per la qualificazione a Tokyo 2020.

Queste le sue parole: «Arrivo qui dopo un mese complicato e fitto di eventi, con una buona prestazione sia nella Premier League di Shanghai che nella Serie A di Montreal. Questa era l’ultima gara prima dello stop estivo, e conferma il mio momento positivo. Sto andando bene, riuscendo comunque a tenere a bada nel ranking olimpico il turco che riesce a passare avanti in gare come questa, ma so che poi lo supererò io. Ora sono pronto per la preparazione estiva, per poi ripartire dalla tappa internazionale di Tokyo a settembre».